NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa Cookies

Un cookie è un file di dimensioni ridotte che un sito invia al browser e salva sul tuo computer quando visiti un sito internet come questo. I cookie vengono utilizzati per far funzionare il sito o per migliorarne le prestazione, ma anche per fornire informazioni ai proprietari del sito.
Il nostro sito utilizza:

Cookie di navigazione

Questi cookie permettono al sito di funzionare correttamente e ti permettono di visualizzare i contenuti nella tua lingua e per il tuo mercato fin dal primo accesso. Sono in grado di riconoscere da quale Paese ti stai connettendo e fanno in modo che, ogni volta che visiterai il sito, sarai automaticamente indirizzato alla versione del sito per il tuo Paese. Ti permettono anche di creare un account, effettuare il login e gestire i tuoi ordini nella nostra boutique online. Se sei un utente registrato, grazie ai cookie il sito potrà riconoscerti come tale quando accederai ai servizi offerti agli utenti registrati. Questi cookie sono necessari al funzionamento del sito.

Cookie Analitici

Questi cookie sono utilizzati ad esempio da Google Analytics per elaborare analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito attraverso i computer o le applicazioni mobile, sul numero di pagine visitate o il numero di click effettuati su una pagina durante la navigazione di un sito. Slow Medicine tratta i risultati di queste analisi in maniera anonima ed esclusivamente per finalità statistiche solo se il fornitore di servizi utilizza i cookie in connessione al browser installato sul tuo computer o su altri dispositivi utilizzati per navigare sul nostro sito.

I cookies servono a migliorare i servizi che ti offriamo. Alcuni sono strettamente necessari alla funzionalità  del sito, mentre altri consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all’utente.

I cookies funzionali servono a:

– Ricordare i tuoi dati di accesso

– Offrirti una navigazione sicura dopo l’accesso

– Garantire un aspetto coerente al sito web

I cookies a scopo prestazionale permettono di:

– Ottimizzare le prestazioni del sito web riducendo i tempi di caricamento delle pagine che visiti

– Migliorare l’esperienza dell’utente

Come bloccare i cookie:

Di seguito le indicazioni su come bloccare i cookies in base al tuo browser di navigazione:

Impostazioni dei cookie di Chrome 

Impostazioni dei cookie di Firefox 

Impostazioni dei cookie di Internet Explorer 

Impostazioni dei cookie di Safari (Mac, iPhone e iPad)


Cominciamo a presentarvi i relatori che prenderanno parte al nostro congresso.


Vincenzo ALASTRA

Psicologo e psicoterapeuta, responsabile del Servizio Formazione e Sviluppo Risorse Umane dell'ASL BI – Biella. Professore a Contratto presso l’Università di Torino. Membro del Comitato Scientifico del Caring Education Research Center (CERC) - Centro di Ricerca Interdipartimentale dell'Università degli Studi di Verona e del Gruppo di Ricerca Inter-ateneo IRACLIA dell'Università di Milano Bicocca.

È autore, con C. Kaneklin e G. Scaratti, del libro La formazione situata. Repertori di pratica (2012) Franco Angeli; è curatore del libro Etica e salute (2014) Erickson; è curatore, insieme a Federico Batini, di Pensieri Circolari. Narrazione, Formazione e cura (2015) ed. Pensa MultiMedia; è curatore dei volumi: GIM Paladino di un sogno. Narrazioni di malattia e di cura (2015) ed. Pensa MultiMedia; Ambienti narrativi, territori di cura e formazione (2016), ed. Franco Angeli e Alzheimer e dintorni: un viaggio a più voci. L'esperienza di malattia e di cura narrata da pazienti, caregiver e professionisti (2016) ed. Franco Angeli.

Con Barbara Bruschi (Dipartimento di Filosofia eScienze dell’Educazione - Università di Torino) sta conducendo un percorso di ricerca-formazione-intervento centrato sull'impiego della metodica del digitalstorytelling nei contesti di cura e di formazione e con lei ha curato: Immagini nella cura e nella formazione. Cinema, fotografia e digitalstorytelling (2017) ed. Pensa MultiMedia


Paola ARCADI

Infermiera, tutor didattico Corso di Laurea in Infermieristica Università degli Studi di Milano, sede ASST Ovest Milanese, Magenta
E’ Professore a Contratto Med/45 Università degli Studi di Milano per i corsi di Scienze Umane Fondamentali ed Educazione Terapeutica
E’ presidente di Accademia Scienze Infermieristiche dal 2012.
E' membro del gruppo di lavoro IPASVI per il progetto di “Fare di più non significa fare meglio- Choosing Wisely Italy”.


Marco BOBBIO

Cardiologo, già primario di Cardiologia all'Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo.

Autore di "Il malato immaginato  - I rischi di una medicina senza limiti" e "Troppa medicina - Un uso eccessivo può nuocere alla salute" pubblicati da Einaudi.

Attualmente segretario di Slow Medicine.


Antonio BONALDI

Medico, esperto di sanità pubblica.

È stato per oltre 20 anni direttore sanitario aziendale.
È coautore del libro Slow Medicine. Le parole della medicina che cambia (Il Pensiero Scientifico Editore 2017).

Attualmente è Presidente di Slow Medicine.


Andrea GARDINI

Sono stato medico del servizio pubblico dal 1977 al 2015, come pediatra ospedaliero e direttore sanitario. Ho lavorato per 10 anni in ARS Marche. 

Sono stato socio fondatore della Società Italiana per la Qualità dell’assistenza sanitaria, di cui sono stato presidente e di quella internazionale (ISQua).  
Nel 2011 assieme a 15 amici ho promosso e contribuito a  fondare Slow Medicine.

Faccio parte del suo Consiglio Direttivo.


Guido GIUSTETTO

medico di famiglia a Pino Torinese
E' attualmente il Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Torino.
Si interessa di metodologia e critica della medicina.
E’ autore, con Sara Strippoli, del libro appena uscito Pillole Storie di farmaci, medici, industrie. Ne parlerà nel corso del congresso.


Patrizia MATHIEU

medica di medicina generale a Torino dal 1992. Vice presidente della sezione SIMG di Torino.Socia Slow medicine dai suoi albori.Partecipa al gruppo di lavoro per il progetto Scegliamo con cura di SIMG Torino con Slow Medicine prima e Istituto Change, ora.
Tutor per i tirocini professionalizzanti sul territorio del corso di laurea in medicina del San Luigi Gonzaga di Orbassano.Tutor per la Formazione Specifica in Medicina Generale della Regione Piemonte.
Fa parte del direttivo della associazione La Bottega del Possibile per la promozione della cultura della domiciliarità.


Laura MAZZERI

Paziente esperta
laurea in filosofia, ex insegnante, trapiantata di fegato. Pubblica "Tra due vite" nel 2015, si occupa di scrittura autobiografica in situazioni di malattia e fragilità esistenziali. Sostiene progetti culturali relativi alla donazione di organi e tessuti.


Enrico MORELLO

medico ematologo ospedaliero, attualmente lavoro nel reparto di degenza trapianto di midollo allogenico adulti agli spedali civili di Brescia. Sono nato a Bolzano nel 1973 e dal 1999 mi sono sempre occupato di ematologia clinica e trapianto di cellule staminali (allogeniche e autologhe).
Sono socio di Slow Medicine dal 2014.
Fin da piccolo hanno cercato di farmi stare zitto.


Cecilia PENNACINI

Sono un’antropologa culturale e una documentarista. Da una trentina d’anni sono innamorata dell’Africa, che frequento regolarmente per le mie ricerche condotte prevalentemente nella Repubblica Democratica del Congo, in Burundi, in Tanzania e attualmente in Uganda. In questi contesti ho studiato in particolare le forme locali della possessione spiritica, la religione tradizionale, le espressioni artistiche e il patrimonio culturale, le questioni di genere, su cui ho pubblicato alcuni volumi e numerosi articoli. Insegno all’Università di Torino e alla MakerereUniversity di Kampala, e da qualche mese ho assunto la direzione scientifica del Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino.


Carlo PERUSELLI

Medico palliativista, PastPresident della SICP, Società Italiana Cure Palliative.
Già Direttore della Rete di Cure Palliative della ASL di Biella

 

 


Silvana QUADRINO

pedagogista, psicologa, psicoterapeuta, formatrice

Ho delineato, a partire dagli anni ’80, il metodo del counselling a indirizzo sistemico, che è alla base degli interventi di formazione realizzati in tutta Italia, in particolare in ambito sanitario,   dall’Istituto  Change di Torino, che ho fondato nel 1989.
Faccio parte del Gruppo di Ricerca Inter-ateneo IRACLIA dell'Università di Milano Bicocca sulle pratiche narrative nella relazione di cura

Ho scritto numerosi testi e articoli sui temi della comunicazione, della medicina narrativa, del counselling

Ho contribuito alla fondazione di Slow Medicine e ho fatto parte del Consiglio Direttivo


Gherardo RAPISARDI

Direttore U.O. Pediatria e Neonatologia
Ospedale S.M.Annunziata - Firenze
Nato a Firenze nel 1955, pediatra e neonatologo, formato con Milani Comparetti e Brazelton, esperienza di lavoro a Boston e Providence negli Stati Uniti.
Ho lavorato 25 anni in Terapia Inensiva Neonatale e mi sono occupato in particolare di valutazione e promozione dello sviluppo psicomotorio, sia in ospedale che nel territorio.
Responsabile del follow-up neonatale al Meyer dal 1988 al 2006, quindi della Pediatria e Neonatologia dell'Osp. S.M.Annunziata a Bagno a Ripoli.
Co-fondatore del Centro di Formazione Brazelton di Firenze nel 1996 e del Centro Touchpoints di Roma nel 2016, dove viene svolta formazione sul sostegno allo sviluppo del bambino per tutti gli operatori che lavorano in campo sanitario ed educativo con le famiglie.


Massimo ROMANO'

Cardiologo
Centro Universitario Interdipartimentale per le Cure Palliative Università di Milano
Nato a Milano nel 1951, cardiologo ospedaliero per 40 anni. Direttore di Struttura Complessa di Cardiologia in quel di Vigevano, dal 2003 al 2016. Attualmente condirettore del Centro Universitario Interdipartimentale di Ricerca in Cure Palliative, presso l'Università di Milano. Cardiologo clinico, ho incontrato, studiato e cercato di sviluppare le tematiche delle cure palliative e della fine della vita dovendo curare malati con scompenso cardiaco che morivano in Ospedale. Ho pubblicato lavori sulla desistenza terapeutica, la futilità in cardiologia, le cure palliative in Unità di Cure Intensive Cardiologiche. E' in stampa il primo libro in italiano sulle tematiche delle cure palliative nel malato con scompenso cardiaco (Pensiero Scientifico Editore).
Socio sostenitore di Slow Medicine dal 2015.


Roberto SATOLLI

Medico e giornalista, fondatore di Zadig - editoria scientifica, si occupa da quasi quaranta anni d’informazione sulla salute e sulla scienza.

E' stato direttore di Tempo Medico, fondatore e direttore di Occhio Clinico, Partecipasalute, Scienzainrete e di altre testate di informazione per i professionisti e per il pubblico su carta e on line.

Ha pubblicato diversi saggi, tra cui: Lettera a un medico sulla cura degli uomini (con Giorgio Cosmacini, Laterza 2003)I due dogmi – Oggettività della scienza e integralismo etico (con Paolo Vineis, Feltrinelli 2009); Zona Rossa (con Gino Strada, Feltrinelli 2015).

Ha collaborato stabilmente con Sapere, Corriere della Sera ed Espresso, e occasionalmente con altre testate.

E’ stato membro del Comitato d’indirizzo di Cochrane Italia, del Consiglio direttivo del Gruppo 2003, del Comitato etico dell'Istituto dei tumori di Milano (presidente dal 2005 al 2013). E’ attualmente socio onorario di Slow Medicine,membro del Comitato Guida di ChoosingWisely Italia, presidente del Comitato etico di Reggio Emilia e consigliere di amministrazione della Fondazione IRCCS Ca’ Granda.


Verena SCHMID

ostetrica, formatrice e docente internazionale
autrice, ideatrice del modello di salutofisiologia in ostetricia

Ostetrica dal 1979, per 25 anni ha assistito le donne in continuità dell'assistenza e nei parti a domicilio, ha fondato il Centro Studi Il Marsupio, la Scuola Elementale di Arte Ostetrica (una scuola di fisiologia) di Firenze, la rivista D&D, Donna e Donna che ancora dirige.

Attualmente si occupa della formazione post laurea e specialistica delle ostetriche e di formazione interdisciplinare sul tema nascita, nello specifico insegna il modello della salutofisiologia.

Lavora come docente internazionale in vari paesi europei ed extraeuropei, insegna un Master biennale di salutofisiologia presso l’Università di Salisburgo, collabora con l’università di Concepcion, Chile nel Master di salute primale e nella formazione delle docenti del corso di laurea. E’ autrice di 6 libri, di cui alcuni tradotti in tre lingue estere.

Le pubblicazioni:

“Il dolore del parto” (SEAO ed), “ al mondo e dare alla luce" (Feltrinelli universale), “Salute e nascita, la salutogenesi in gravidanza” (Apogeo), “Apprendere la maternità, le nuove sfide tra natura e cultura” (Apogeo), in uscita “Voglia di parto, la gestione delle doglie e del dolore e metodi di riduzione del dolore” (Terra Nuova ed. ottobre 2017).

Curatrice di: “Partorire dopo un cesareo, esperienze e strumenti per una scelta informata” (SEAO e terra Nuova ed.)


Sandra VERNERO

Medico, anestesista rianimatore, 20 anni di attività clinica e poi nell’ambito del miglioramento della qualità dell’assistenza sanitaria.

È coautore del libro Slow Medicine. Le parole della medicina che cambia (Il Pensiero Scientifico Editore 2017).

Coordina il progetto nazionale “Fare di più non significa fare meglio- Choosing Wisely Italy”.

Cofondatore e attualmente vicepresidente di Slow Medicine.


Mina WELBY

Presidente Associazione Luca Coscioni

Wilhelmine Schett (detta Mina Welby) dal 2011 Presidente dell’Associazione Luca Coscioni, per la libertà di ricerca scientifica, moglie di Piergiorgio Welby, affetto da distrofia muscolare. Insieme a lui, nel 2006 presidente della stessa Associazione Luca Coscioni, ha combattuto pubblicamente in disubbidienza civile per la sua morte opportuna e una legge sul termine della vita. Dopo la sua morte ha raccolto il testimone del marito e continua con la sua testimonianza nei dibattiti pubblici a far riflettere sui temi dell'autodeterminazione della persona, scelte di vita e fine vita, nonché sull'importanza di una assistenza adeguata alla persona malata e la vita indipendente e il diritto al lavoro della persona disabile. Dall’aprile 2008 al 2013 era stata delegata per i Diritti Civili nel Municipio X di Roma, dove fu istituito il Registro per i Testamenti Biologici dei cittadini di Roma.

Ha collaborato in convegni e seminari nazionali e locali per FADOI Lazio, SICP Sicilia, Fondazione Sanità e Ricerca Roma, IPASVI e altre associazioni di infermieri, SUNAS – Sindacato Unitario Nazionale Assistenti Sociali, Notariato Nazionale Roma e Milano, Ordini di Avvocati Monza, Bologna, Matera, Nola, AMI avvocati matrimonialisti, Consulta di Bioetica Milano, Politeia, Ospedale Molinette di Torino, Università di Pisa, Torvergata a Roma, Roma Tre, La Sapienza, Università di Ancona, Firenze, Trento, Bari, Macerata, Asl di Nuoro e Bari, Cassino nelle facoltà di medicina, giurisprudenza e comunicazione, organizzazioni e associazioni studentesche, alcuni Licei di Milano, Agrigento, Orvieto, Roma, Aversa, Napoli; Arci di varie città; UAAR di Cagliari, Genova e Senigallia; festival popolari e culturali di Venafro, Putignano, S.M. di Leuca, Arco e molti luoghi altri. Dal 2013 ad oggi lavoro svolto con l’ISS per la redazione del Manuale per la comunicazione con persone affette di SLA. Dal 2015 lavora con l’intergruppo parlamentare sulle tematiche fine vita.

E’ alla ricerca di dare risalto alla necessità di una legge anche in materia di morte volontaria assistita. La PdL di iniziativa popolare, depositata nel settembre 2013, entrata in Commissioni congiunte Giustizia e Affari sociali, il 3 marzo 2016 e mai discussa. Per questo ha aderito al soccorso civile insieme a Marco Cappato e Gustavo Fraticelli che informa e accompagna, se necessario, autodenunciandosi, persone che chiedono di andare in Svizzera per morire. Con questo vuole affermare il diritto di tutti di poter morire nel proprio paese e sensibilizzare il Senato di non far scadere il tempo di questa legislatura per approvare almeno il DDL in materia di Consenso informato e Disposizioni Anticipate sui Trattamenti, voluta da oltre il 70 % dei cittadini.

Il libro L’ultimo gesto d’amore da una sua intervista da parte di Pino Giannini, in prima edizione per Noubs del 2011, è rieditato da Marotta&Cafiero nel 2016.


 


Sede legale e amministrativa:   
Via Valperga Caluso 32 - Torino (TO)
Cod. fiscale:  97587690153
P.IVA: 11321140011

Orario segreteria: dal LUN al VEN
h.9.00 - 13.00 
Telefono: 3668759895
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Dove ci trovi

Insieme a Slow Medicine per un mondo più sobrio rispettoso giusto