NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa Cookies

Un cookie è un file di dimensioni ridotte che un sito invia al browser e salva sul tuo computer quando visiti un sito internet come questo. I cookie vengono utilizzati per far funzionare il sito o per migliorarne le prestazione, ma anche per fornire informazioni ai proprietari del sito.
Il nostro sito utilizza:

Cookie di navigazione

Questi cookie permettono al sito di funzionare correttamente e ti permettono di visualizzare i contenuti nella tua lingua e per il tuo mercato fin dal primo accesso. Sono in grado di riconoscere da quale Paese ti stai connettendo e fanno in modo che, ogni volta che visiterai il sito, sarai automaticamente indirizzato alla versione del sito per il tuo Paese. Ti permettono anche di creare un account, effettuare il login e gestire i tuoi ordini nella nostra boutique online. Se sei un utente registrato, grazie ai cookie il sito potrà riconoscerti come tale quando accederai ai servizi offerti agli utenti registrati. Questi cookie sono necessari al funzionamento del sito.

Cookie Analitici

Questi cookie sono utilizzati ad esempio da Google Analytics per elaborare analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito attraverso i computer o le applicazioni mobile, sul numero di pagine visitate o il numero di click effettuati su una pagina durante la navigazione di un sito. Slow Medicine tratta i risultati di queste analisi in maniera anonima ed esclusivamente per finalità statistiche solo se il fornitore di servizi utilizza i cookie in connessione al browser installato sul tuo computer o su altri dispositivi utilizzati per navigare sul nostro sito.

I cookies servono a migliorare i servizi che ti offriamo. Alcuni sono strettamente necessari alla funzionalità  del sito, mentre altri consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all’utente.

I cookies funzionali servono a:

– Ricordare i tuoi dati di accesso

– Offrirti una navigazione sicura dopo l’accesso

– Garantire un aspetto coerente al sito web

I cookies a scopo prestazionale permettono di:

– Ottimizzare le prestazioni del sito web riducendo i tempi di caricamento delle pagine che visiti

– Migliorare l’esperienza dell’utente

Come bloccare i cookie:

Di seguito le indicazioni su come bloccare i cookies in base al tuo browser di navigazione:

Impostazioni dei cookie di Chrome 

Impostazioni dei cookie di Firefox 

Impostazioni dei cookie di Internet Explorer 

Impostazioni dei cookie di Safari (Mac, iPhone e iPad)

Storie di farmaci, medici, industrie.
Add Editore

Recensione di M.BOBBIO


“Non è un libro contro l’industria farmaceutica e neppure contro i farmaci” scrivono nelle prime righe Guido Giustetto (medico di Medicina Generale e presidente dell’ordine dei Medici di Torino) e Sara Strippoli (giornalista de La Repubblica) nel libro Pillole uscito da Add Editore.
Gli autori si propongono di documentare con decine di esempi come si sia rotto il “patto etico implicito tra industria del farmaco e la società, grazie al quale veniva preservato un equilibrio tra la necessità (e il diritto) di fare profitti da parte dell’industria e l’utilità sociale di suoi prodotti”.  La vicenda del sofosvubir (il farmaco che elimina il virus dell’epatite) viene descritto come emblematico di un mercato che impone un prezzo di vendita enorme (41.000 € per un trattamento)non giustificato dalle spese di ricerca e produzione, ma imposto per ricavare enormi profitti prima che arrivino altri competitori.

Decine di altre storie, narrate con la leggerezza di una cronaca giornalistica, permettono di ricostruire il puzzle di un sistema, che incentiva i medici a prescrivere, sovrastandoli di notizie portate dagli informatori farmaceutici (eufemismo per coprire il loro vero ruolo di rappresentanti di medicine), organizzando convegni quanto meno compiacenti e su un altro versante condiziona i cittadini a diventare consumatori con ben articolate strategie di marketing. A questo proposito è tragicamente comica è la vicenda dei giornalisti olandesi che, per dimostrare come le industrieinducono il bisogno di trattamenti inventando malattie, essi stessiin poche settimane siano stati in grado di catturare l’attenzione dei media su un disturbo inventato e reso appetibile con dati fittizi, titoli allarmistici, prospettive di cura. Giustetto e Strippolisvelano i meccanismi con cui viene svolta la pubblicitànascosta,introducendo nei serial televisivi situazioni che richiamano la necessità di un certo farmaco, descrivono i retroscena delle visita dei rappresentanti di medicine, come vengono reclutati gli opinion leader che si fanno pagare lautamente per presentare in modo convincente i vantaggi di un prodottoo come vengono finanziate la associazioni di ammalati per che faranno pressione sui governi per far rimborsare nuovi farmaci. Il patto etico si è rotto: medici, cittadini e pazienti devono imparare a riconoscere i meccanismi perversi che creano un esercito di sani preoccupati e a sviluppare strategie di consapevolezza che permettano di controllare le ricerche cliniche, rendere pubblici i pagamenti ai medici, abolire l’informazione diretta delleindustrie esostenere le riviste indipendenti. 

Torino 2017
pp 174
€ 16



Sede legale e amministrativa:   
Via Valperga Caluso 32 - Torino (TO)
Cod. fiscale:  97587690153
P.IVA: 11321140011

Orario segreteria: dal LUN al VEN
h.9.00 - 13.00 
Telefono: 3668759895
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Dove ci trovi

Iscriviti alla newsletter

Powered by BreezingForms

Insieme a Slow Medicine per un mondo più sobrio rispettoso giusto